Omaggio al Classico
 Tutto Ciaikovski
 Don Chisciotte
 Coppelia
 I Grandi Pas De Deux
 Balletto D'Europa
 Sinfonie in Danza
 Gala di Balletto
 Sagra della Primavera
 Conferenza Spettacolo
  In Attesa del Nuovo Tempo
 Omaggio A Franz Liszt
 La Pace è Bella
 Raymonda
 Ground Zero - Nuovo Giardino
 

 

“I GRANDI PAS DE DEUX”

 in due parti

Durata 100' - 12 Ballerini

Video

 

Rassegna Stampa

Musiche di: Ciaikovski, Chopin, Delibes, Minkus, Liszt, Beethoven, 

Assafiev, Drigo, Kaciaturian, Glazounov

 Coreografie di Marinel Stefanescu – Gabriel Popescu  - classica russa

Maitre du ballet: Liliana Cosi

Scene di Hristofenia Cazacu - Costumi di Stefanescu e Cazacu

 Tutta una serata dedicata ai grandi “Pas de deux” ci riporta a celebrare la bellezza del balletto classico, attraverso capolavori che non hanno epoca, come gioielli incastonati negli spettacoli più famosi del grande repertorio, quali momenti culmine dell’intero balletto. Alcuni ‘pas de deux’ saranno estratti dai balletti più famosi come il Corsaro, Don Chisciotte, Coppelia, Fiamme di Parigi, Arlecchinata, Raymonda, La Bella Addormentata nella loro versione originale, altri riproposti dall’efficace linguaggio coreografico di Marinel Stefanescu, come lo Schiaccianoci.

Per Grande Pas de deux si intende l’assieme del ‘Passo a due’ con le ‘variazioni’ maschile e femminile e le ‘code’; proprio per questa struttura esso permette agli interpreti di esprimere al meglio la propria tecnica e sensibilità artisti ca,  sia nei brani danzati in coppia che negli ‘a soli’ e

nelle ‘code’ piene di virtuosismo. Il virtuosismo, la tecnica richiesta per i ‘Grandi Pas de deux’ parlano da soli, è arte per se stessa, talmente è alta la preparazione richiesta agli interpreti per poterli affrontare.

Nella serata ci saranno anche altri ‘passi a due’, alcuni ‘duetti’ creati su brani particolarmente espressivi e intensi su musiche immortali quali il “Chiaro di Luna” di Beethoven, il “Sogno d’amore” di Liszt e altri, “Spartacus di Kaciaturian.

Con questo spettacolo la Compagnia Balletto Classico Cosi-Stefanescu, si ripresenta al pubblico con una serata particolarmente brillante adatta anche al pubblico più vario restando in sintonia con quanto i suoi fondatori hanno, ancor più di trent’anni fa, stigmatizzato nel loro statuto: “ci proponiamo di diffondere il balletto   quale espressione di arte e di cultura, strumento di elevazione e liberazione oltre ogni confine sociale e nazionale, momento dell’armonia e della bellezza che l’anima di ogni uomo ricerca”